hotel nogara

Vai ai contenuti

Menu principale:

Benvenuti
Hotel alla Nogara camere climatizzate,bagno,tv ed internet free,se vuoi un piacevole soggiorno scegli noi, Via Carlo Alberto dalla chiesa 3 , 37054  Nogara  Vr


Un po di storia:
Nogara,è in posizione sud. Dista circa 33 km dalla città di Verona e 23 km da quella di Mantova. È un paese che si estende su un territorio pianeggiante ed è attraversato dal fiume Tartaro, fa parte della bassa Veronese.
Nogara sorge sulla strada che per Ostiglia unisce Bologna con Verona, su una via coincidente con quella iniziata da Druso e rifatta da Claudio, la famosa strada Claudio-Augusta; per Nogara passano altre strade che comunicano con Mantova e Padova. Pochi centri sono crocevia di strade nazionali e di linee ferroviarie come Nogara, la sua posizione geografica e logistica è strategicamente privilegiata più del passato: allora si poteva battere solo la strada romana, ora quella napoleonica (X nazionale) e la ferrovia. In direzione Nord-Sud vi scorre accanto il Tartaro, importante sotto il profilo storico, geografico e geologico per aver determinato l'ambiente e i suoi dintorni: fu zona di confine tra due stati, il mantovano ed il veronese nel medioevo e motivo di scontro tra la casa d'Austria e Venezia, nell'età moderna.
Dalla piazza, il centro abitato più importante dove sorgevano la casa del comune da una parte e una torre con l'orologio dall'altra, partiva una via che passando da un ponte di legno per il Tartaro, portava nelle contrade di Brancon fino a Pradelle.
Dallo studio delle fonti si deduce che Nogara fu luogo di lotte fratricide e di feroci contese intorno al castello e alla chiesa. Nel 900 il re Berengario autorizza la costruzione del castello di cui parlano le cronache del secolo XI e che ora è incorporato in quel palazzo Marogna dai piloni disegnati dal Sanmicheli. Documenti che risalgono agli anni 920-936 spiegano come i monaci esercitassero il loro potere: avevano interesse a difendere il castello di Nogara per salvaguardarlo dalle 'pagane' scorrerie degli Ungheri, perciò diedero in affitto alle genti di Nogara parecchie loro case col patto di proteggere la rocca e la chiesa di San Silvestro, vicina al Tartaro.

PaginaInizio.com
Torna ai contenuti | Torna al menu